Category

News

Casa Madre Teresa primi ospiti saluzzo migrante progetto presidio diocesi di saluzzo migranti

Casa Madre Teresa: i primi ospiti

By | News | No Comments

Dal mese di luglio l’accoglienza e l’assistenza sanitaria di persone particolarmente vulnerabili hanno vista attiva anche la nuova struttura di Casa Madre Teresa, gestita dalla nostra Caritas in via Sant’Agostino 27.

I primi ospiti sono già arrivati a Casa Madre Teresa: un nuovo passo, fondamentale, per permettere una presa in carico efficace, dal punto di vista alloggiativo e sanitario.

A Casa Madre Teresa ci sono storie come quella di L. che si è ammalato di broncopolmonite e, pur continuando a lavorare, sta seguendo una terapia che sarebbe poco utile se continuasse a dormire a terra su un cartone, all’aperto, lavandosi con acqua fredda.

Ci sono storie come quella di M., precedentemente accolto al PAS (Prima Accoglienza Stagionali), al quale è stata diagnosticata una neurofibromatosi e necessita di un luogo privato dove poter ricominciare a prendersi cura di sé, procedendo con adeguati controlli e cure mediche.

I servizi di assistenza sanitaria offerti dalla nostra Caritas, come quello a Casa Madre Teresa e l’Ambulatorio, sono tutti realizzati grazie alla collaborazione con la Fondazione San Martino, l’ASL CN1, gli sportelli amministrativi e sanitari del territorio, il Consorzio Monviso Solidale e i numerosi volontari che rispondono ad ogni chiamata.

Lavoro , salute, diritti. Vai alla Live6 (link)

Scopri di più sul nostro Sportello Sanitario (link)

Copertina Casa Madre Teresa Saluzzo Migrante Caritas 2018
Copertina Casa Madre Teresa Saluzzo Migrante Caritas 2018
Casa Madre Teresa primi ospiti saluzzo migrante progetto presidio diocesi di saluzzo migranti
settembre 7, 2018 in Live blog

#Live2018_6 Lavoro, salute, diritti

Tra i servizi del nostro Presidio di Caritas Saluzzo ci sono anche uno Sportello di assistenza sanitaria e un Ambulatorio medico. In questi giorni è arrivato S., un bracciante con... Read More
settembre 6, 2018 in News

Casa Madre Teresa: i primi ospiti

Dal mese di luglio l’accoglienza e l’assistenza sanitaria di persone particolarmente vulnerabili hanno vista attiva anche la nuova struttura di Casa Madre Teresa, gestita dalla nostra Caritas in via Sant'Agostino... Read More
settembre 5, 2018 in Autoctoni

Sportello sanitario – Ambulatorio Medico

La necessità di monitorare le condizioni sanitarie e offrire una prima assistenza medica è parsa evidente alla nostra Caritas fin dal primo anno in cui gli stagionali hanno dormito in... Read More
agosto 31, 2018 in Live blog

Live2018_5 Alla fine della fiera

Da sabato 1 settembre a lunedì 3 settembre Saluzzo si ritroverà a fare da sfondo alla 71^ Mostra della Meccanica Agricola. Un evento che viene pubblicizzato per il suo “forte... Read More
Magliette 2018 wear saluzzo migrante we are caritas saluzzo migranti t-shirt

WeAr Saluzzo Migrante. Ecco le nuove magliette di Saluzzo Migrante

By | Autoctoni, News | No Comments

Sono pronte le nuove magliette di Saluzzo Migrante!

WeAr Saluzzo Migrante: indossare le nostre magliette significa restare umani e condividere e promuovere la cultura dell’accoglienza, del rispetto e dell’inclusione nel nostro Paese”

Le t-shirt sono state serigrafate a mano in Caritas insieme da Valeria Cardetti, illustratrice ed esperta in serigrafia.

Abbiamo deciso di acquistarle tramite Continental Clothing che le fa produrre da EarthPositive, garantendo così un tessuto 100% in cotone biologico, con certificazione etica e un’emissione di anidride carbonica ridotta del 90%

Su questo tessuto etico, morbido e fresco sono state stampate due tipi di grafiche:
la classica visual della bicicletta, logo del nostro progetto e, nuova, una grafica che rappresenta l’incontro tra l’Africa e il Monviso. Sul retro sono invece riportati il logo di Saluzzo Migrante e della Caritas Diocesana di Saluzzo.

Potete vedere tutti i modelli nelle foto, nello specifico:

  • VERDE: con bicicletta verde chiaro o con il Monviso giallo;
  • BORDEAUX: con bicicletta gialla o con il Monviso azzurro;
  • BIANCA: con bicicletta in azzurro o con il Monviso blu scuro.

Sono disponibili le taglie S, M e L.

Le magliette non hanno un  prezzo, si può dare un’ offerta a partire da €10!

Potete scegliere la vostra t-shirt il mercoledì e il venerdì dalle 17 alle 19.30 presso il nostro Infopoint di corso Piemonte 59 a Saluzzo.

!!! Ne abbiamo stampate circa 150 perciò se non volete perdere l’occasione, prenotate subito la vostra preferita scrivendo a caritas@saluzzomigrante.it indicando nella mail nome e cognome, taglia, colore e modello (bicicletta o Africa-Monviso).

Magliette 2018 wear saluzzo migrante we are caritas saluzzo migranti t-shirt
Magliette 2018 wear saluzzo migrante we are caritas saluzzo migranti t-shirt
Magliette 2018 wear saluzzo migrante we are caritas saluzzo migranti t-shirt
Magliette 2018 wear saluzzo migrante we are caritas saluzzo migranti t-shirt
Magliette 2018 wear saluzzo migrante we are caritas saluzzo migranti t-shirt
Magliette 2018 wear saluzzo migrante we are caritas saluzzo migranti t-shirt
Magliette 2018 wear saluzzo migrante we are caritas saluzzo migranti t-shirt
Magliette 2018 wear saluzzo migrante we are caritas saluzzo migranti t-shirt
earth positive Magliette 2018 wear saluzzo migrante we are caritas saluzzo migranti t-shirt
settembre 7, 2018 in Live blog

#Live2018_6 Lavoro, salute, diritti

Tra i servizi del nostro Presidio di Caritas Saluzzo ci sono anche uno Sportello di assistenza sanitaria e un Ambulatorio medico. In questi giorni è arrivato S., un bracciante con... Read More
settembre 6, 2018 in News

Casa Madre Teresa: i primi ospiti

Dal mese di luglio l’accoglienza e l’assistenza sanitaria di persone particolarmente vulnerabili hanno vista attiva anche la nuova struttura di Casa Madre Teresa, gestita dalla nostra Caritas in via Sant'Agostino... Read More
settembre 5, 2018 in Autoctoni

Sportello sanitario – Ambulatorio Medico

La necessità di monitorare le condizioni sanitarie e offrire una prima assistenza medica è parsa evidente alla nostra Caritas fin dal primo anno in cui gli stagionali hanno dormito in... Read More
agosto 31, 2018 in Live blog

Live2018_5 Alla fine della fiera

Da sabato 1 settembre a lunedì 3 settembre Saluzzo si ritroverà a fare da sfondo alla 71^ Mostra della Meccanica Agricola. Un evento che viene pubblicizzato per il suo “forte... Read More
5 mesi corridoi umanitari saluzzo migrante caritas quintino sella monviso

5 mesi di cammino. 5 mesi di comunità

By | Autoctoni, News | No Comments

27 febbraio 2018 – 27 luglio 2018: 5 mesi insieme alla famiglia Solomon arrivata dall’Eritrea a Saluzzo grazie ai corridoi umanitari.

Il loro percorso verso l’integrazione passa anche attraverso i sentieri di montagna. I figli Alazar e Abigayl, alcuni insegnanti e giovani volontari mercoledì 1 agosto hanno raggiunto il rifugio Quintino Sella, all’ombra del Monviso.

In questi mesi si è camminato insieme, passo dopo passo, nella costruzione di quel processo complesso che è l’integrazione: l’accoglienza come strumento di autonomia e inserimento sociale, l’educazione all’intercultura come risorsa per il territorio e le comunità locali, la condivisione di valori e la riscoperta di diritti.

Quando si cammina in montagna, nessuno resta solo. La borraccia è piena di acqua per sé e per gli altri. Il camminatore più debole è in mezzo al gruppo, si va al passo del più lento. Il camminatore più esperto mostra la via, guida con cura e silenzio.

Al ritorno, nessuna traccia del passaggio rimane sulla montagna. Resta il vissuto di un’esperienza di comunità che è dialogo, scoperta di sé e degli altri, pienezza di vita.

Lungo la strada Alex e Aby non riescono a sgomberare la mente da ciò che è stato il loro passato, raccontano e fanno domande. Nei loro occhi c’è anche, sempre, un po’ di nostalgia, la voglia di tornare, un giorno, nella loro splendida terra: l’Eritrea. I loro genitori intanto li aspettano a casa, a Saluzzo, curando l’orto. Controllano l’albero di pere, nel giardino, raccontando quanto è succoso un avocado, quando si raccolgono i manghi, come far seccare le spezie.

Andare in montagna comporta la fatica della salita: ogni passo è sacrificio e bellezza, impegno, tenacia. Si conquista la vetta con la sola forza delle proprie gambe e dell’incoraggiamento dei compagni di cammino.

Ancora non può sapere dove ci porterà questo “viaggio condiviso di accoglienza”: cinque mesi sono già passati.

Oggi si brinda con l’acqua del Po che Alex e Aby hanno preso alla sorgente, al Pian del Re.

Grazie agli insegnanti, che ogni settimana dedicano ore all’insegnamento della lingua italiana, alla preparazione di Abigayl per la quarta superiore e di Alazar per il test di scienze infermieristiche.

Grazie a Silvia e a chi segue le necessità sanitarie della famiglia. Grazie a Bruno, a Maurizio, al loro vicino di casa saluzzese per la pazienza degli insegnamenti sull’orto e le mani sporche di terra.

Grazie alle signore che condividono le ricette con la loro mamma eritrea. Grazie a chi ha portato un vestito, un libro, un saluto, un consiglio. Grazie alla città di Saluzzo, alle nostre piccole comunità, a Caritas Italiana.

Per chi volesse gustare un caffè eritreo: scriveteci a caritas@saluzzomigrante.it !

corridoi umanitari saluzzo migrante caritas monviso
corridoi umanitari saluzzo migrante caritas monviso
corridoi umanitari saluzzo migrante caritas monviso
settembre 7, 2018 in Live blog

#Live2018_6 Lavoro, salute, diritti

Tra i servizi del nostro Presidio di Caritas Saluzzo ci sono anche uno Sportello di assistenza sanitaria e un Ambulatorio medico. In questi giorni è arrivato S., un bracciante con... Read More
settembre 6, 2018 in News

Casa Madre Teresa: i primi ospiti

Dal mese di luglio l’accoglienza e l’assistenza sanitaria di persone particolarmente vulnerabili hanno vista attiva anche la nuova struttura di Casa Madre Teresa, gestita dalla nostra Caritas in via Sant'Agostino... Read More
settembre 5, 2018 in Autoctoni

Sportello sanitario – Ambulatorio Medico

La necessità di monitorare le condizioni sanitarie e offrire una prima assistenza medica è parsa evidente alla nostra Caritas fin dal primo anno in cui gli stagionali hanno dormito in... Read More
agosto 31, 2018 in Live blog

Live2018_5 Alla fine della fiera

Da sabato 1 settembre a lunedì 3 settembre Saluzzo si ritroverà a fare da sfondo alla 71^ Mostra della Meccanica Agricola. Un evento che viene pubblicizzato per il suo “forte... Read More
Copertina Casa Madre Teresa Saluzzo Migrante Caritas 2018

Casa Madre Teresa: un luogo di cura e protezione

By | Autoctoni, News | No Comments

Si chiama Casa Madre Teresa di Calcutta il progetto di accoglienza, partito un anno fa a Saluzzo, che sarà inaugurato sabato 28 luglio alle 11 in via Sant’Agostino 27, alla presenza del Vescovo Monsignor Cristiano Bodo che ha fortemente sostenuto l’iniziativa, dedicandola alla suora simbolo dell’impegno per gli ultimi.

La struttura, realizzata al pian terreno dell’Ex-IAL (Istituto Addestramento Lavoratori) adiacente al cortile del Seminario, offrirà 24 posti letto suddivisi in due camerate, destinati non solo ai migranti che ogni anno arrivano in zona per cercare lavoro nella raccolta della frutta, ma a tutte le persone in situazioni di grave vulnerabilità.

L’obiettivo è intervenire con urgenza per dare una risposta immediata sia alle precarie condizioni abitative dei migranti non residenti sul territorio, ma anche a categorie particolarmente fragili come i minori, i malati, le vittime di sfruttamento lavorativo, della tratta o persone colpite da gravi reati.

Casa Madre Teresa nasce quindi come progetto di sostegno che possa evitare l’aggravarsi di condizioni precarie, intervenendo in un’ottica protettiva, attivando così una presa in carico a 360° della persona.

La struttura, realizzata in locali concessi dal Seminario vescovile, oltre ai 24 posti letto, comprende uno spazio comune allestito con un’area cucina/refettorio e una lavanderia, uno spazio di convivialità, socialità e cura. Qui gli ospiti potranno trovare un luogo pensato per dare dignità, dove dovranno provvedere essi stessi alle pulizie e alla preparazione dei pasti.

Un progetto importante per i giovani di Saluzzo Migrante, che si affianca al quotidiano lavoro di supporto e informazione con l’Infopoint.

Da sottolineare che Casa Madre Teresa offrirà un luogo temporaneo di accoglienza, limitato ad alcuni giorni o settimane, che non si vuole sostituire al Pas (il dormitorio creato dal Comune di Saluzzo e dalla Regione nell’ex caserma Filippi), né all’accoglienza diffusa o alle sistemazioni fornite dalla Coldiretti. Casa Madre Teresa sarà rivolta a coloro che vivono una problematica di alta vulnerabilità. Gli ospiti potranno essere segnalati dal Progetto Presidio della Caritas di Saluzzo o dallo sportello medico in corso Piemonte 63, ma anche dall’ospedale o dal Consorzio socio-assistenziale Monviso Solidale.

Casa Madre Teresa sarà custodita 24 ore al giorno per servizi di emergenza anche notturni, inoltre ogni martedì pomeriggio i giovani di Saluzzo Migrante contribuiranno alle pulizie insieme agli ospiti, mentre una cooperativa di Fossano si occuperà del cambio della biancheria.

Cura e protezione sono le parole chiave di questo nuovo luogo, che nasce per creare nuove autonomie. Casa Madre Teresa è fatta di “muri” non per dividere, ma per creare comunità.

[fotografia di copertina di Pietro Battisti]

Copertina Casa Madre Teresa Saluzzo Migrante Caritas 2018
Copertina Casa Madre Teresa Saluzzo Migrante Caritas 2018
Copertina Casa Madre Teresa Saluzzo Migrante Caritas 2018
Copertina Casa Madre Teresa Saluzzo Migrante Caritas 2018
Copertina Casa Madre Teresa Saluzzo Migrante Caritas 2018
Copertina Casa Madre Teresa Saluzzo Migrante Caritas 2018
settembre 7, 2018 in Live blog

#Live2018_6 Lavoro, salute, diritti

Tra i servizi del nostro Presidio di Caritas Saluzzo ci sono anche uno Sportello di assistenza sanitaria e un Ambulatorio medico. In questi giorni è arrivato S., un bracciante con... Read More
settembre 6, 2018 in News

Casa Madre Teresa: i primi ospiti

Dal mese di luglio l’accoglienza e l’assistenza sanitaria di persone particolarmente vulnerabili hanno vista attiva anche la nuova struttura di Casa Madre Teresa, gestita dalla nostra Caritas in via Sant'Agostino... Read More
settembre 5, 2018 in Autoctoni

Sportello sanitario – Ambulatorio Medico

La necessità di monitorare le condizioni sanitarie e offrire una prima assistenza medica è parsa evidente alla nostra Caritas fin dal primo anno in cui gli stagionali hanno dormito in... Read More
agosto 31, 2018 in Live blog

Live2018_5 Alla fine della fiera

Da sabato 1 settembre a lunedì 3 settembre Saluzzo si ritroverà a fare da sfondo alla 71^ Mostra della Meccanica Agricola. Un evento che viene pubblicizzato per il suo “forte... Read More
Copertina articolo PAS Saluzzo Migrante Caritas Saluzzo

Il PAS, il Comune di Saluzzo e la Caritas

By | Autoctoni, News | No Comments

La stagione è cominciata con una novità, il PAS – Prima Accoglienza Stagionali.

Un progetto presentato dal Comune di Saluzzo, dalla Regione Piemonte e da altre realtà del territorio per offrire ai migranti stagionali un dormitorio nel periodo di lavoro, o di ricerca del lavoro, nel saluzzese.

Il progetto nasce dalla volontà di superare l’accampamento informale che occupava l’area del foro boario, restituendo dignità a questi uomini.

Gli operatori e i volontari della Caritas non gestiscono il PAS, ma entrano per incontrare gli ospiti e per confrontarsi con gli operatori del dormitorio, nello sforzo comune di migliorare le condizioni abitative e la sicurezza delle persone che, negli anni passati, affollavano accampamenti informali e pericolosi.

Si affianca al dormitorio il progetto di Accoglienza Diffusa Coltiviamo Solidarietà, gestito dalla Caritas in collaborazione con i Comuni di Saluzzo, Costigliole, Lagnasco e Verzuolo, per i lavoratori con contratti medio-lunghi.

“Aprire una porta, montare dei letti, incontrare i migranti oggi è un atto di coraggio, di impegno che va oltre la normale amministrazione dei problemi di una città” sottolinea Monsignor Bodo, Vescovo di Saluzzo.

Il Direttore della Caritas Don Beppe Dalmasso spiega dopo aver visitato il PAS: “Arrivare al Foro Boario oggi, dopo 9 anni che incontriamo persone accampate a terra nelle baracche o nelle nostre tende, inizia ad essere diverso: si vede l’impegno dell’ Amministrazione Comunale per provare a cambiare la situazione abitativa delle persone che arrivano sul nostro territorio”.

In queste settimane, dopo la presentazione ufficiale del PAS avvenuta sabato 9 giugno, l’iniziativa è stata raccontata in TV e sui giornali, vi segnaliamo alcuni link per approfondire la situazione:

Ulteriori approfondimenti nella nostra rassegna stampa.

 

( Foto di Francesco Doglio tratte da La Stampa del 9 giugno )

 

Dormitorio PAS Saluzzo Prima Accoglienza Stagionali Saluzzo Migrante Caritas Saluzzo Progetto Presidio
Dormitorio PAS Saluzzo Prima Accoglienza Stagionali Saluzzo Migrante Caritas Saluzzo Progetto Presidio
Dormitorio PAS Saluzzo Prima Accoglienza Stagionali Saluzzo Migrante Caritas Saluzzo Progetto Presidio
Dormitorio PAS Saluzzo Prima Accoglienza Stagionali Saluzzo Migrante Caritas Saluzzo Progetto Presidio
Dormitorio PAS Saluzzo Prima Accoglienza Stagionali Saluzzo Migrante Caritas Saluzzo Progetto Presidio
settembre 7, 2018 in Live blog

#Live2018_6 Lavoro, salute, diritti

Tra i servizi del nostro Presidio di Caritas Saluzzo ci sono anche uno Sportello di assistenza sanitaria e un Ambulatorio medico. In questi giorni è arrivato S., un bracciante con... Read More
settembre 6, 2018 in News

Casa Madre Teresa: i primi ospiti

Dal mese di luglio l’accoglienza e l’assistenza sanitaria di persone particolarmente vulnerabili hanno vista attiva anche la nuova struttura di Casa Madre Teresa, gestita dalla nostra Caritas in via Sant'Agostino... Read More
settembre 5, 2018 in Autoctoni

Sportello sanitario – Ambulatorio Medico

La necessità di monitorare le condizioni sanitarie e offrire una prima assistenza medica è parsa evidente alla nostra Caritas fin dal primo anno in cui gli stagionali hanno dormito in... Read More
agosto 31, 2018 in Live blog

Live2018_5 Alla fine della fiera

Da sabato 1 settembre a lunedì 3 settembre Saluzzo si ritroverà a fare da sfondo alla 71^ Mostra della Meccanica Agricola. Un evento che viene pubblicizzato per il suo “forte... Read More
PIER Helen Caritas Cooperativa Armonia Associaizone Penelope Inserimento lavorativo Tapparelli Saluzzo

PIER – La storia di Helen

By | Autoctoni, News | No Comments

Il progetto PIER (Protection, Integration and Education for Refugees) è una rete progettuale internazionale, composta da Caritas Italiana, Caritas Austria e l’ONG greca Fondazione ARSIS, che hanno definito interventi comuni con l’obiettivo di incontrare, sostenere e accompagnare migranti e richiedenti asilo in un processo di integrazione attraverso: accompagnamento socio-psicologico, scolarizzazione e, in particolare, inserimento lavorativo.

Helen è una delle beneficiarie di questo progetto, ragazza nigeriana di 25 anni, arrivata a Saluzzo nel luglio 2016  è ospitata nel Centro di Accoglienza Straordinario (CAS) della Cooperativa Armonia. In questo CAS vengono organizzate molteplici attività, in collaborazione con l’associazione Penelope, come corsi di cucito, cucina, di italiano, ecc…

Helen prima di arrivare in Italia viveva a Benin City, una delle principali città della Nigeria in cui il fenomeno della prostituzione e della tratta delle donne è di rilevante importanza. Per fortuna Helen ha avuto un destino diverso, ha avuto l’opportunità di studiare infermieristica  e lavorava all’interno di una struttura ospedaliera.

Riprendendo gli ultimi anni che Helen ha vissuto in Nigeria, la referente del progetto Elisa Dalmasso ha provato ed è riuscita ad inserirla in qualcosa che per lei era familiare, infatti dal 1 febbraio 2018, per un periodo di sei mesi, lavorerà con una borsa lavoro all’interno della Residenza Tapparelli d’Azeglio di Saluzzo, una struttura polivalente in grado di ospitare fino a 177 persone autosufficienti e non, per la maggior parte anziani.

Il suo lavoro consiste nell’offrire supporto alle operatrici socio sanitarie dell’Istituto alla preparazione e distribuzione dei pasti, lava piatti e stoviglie, aiuta nella pulizia e preparazione delle camere. Le sue colleghe sono molto felici di lei, dicono che sia gentile, disponibile e sempre sorridente.

E’ presente nella struttura dal lunedì al venerdì, per circa 5 ore al giorno, e si sposta da casa a lavoro, e viceversa, con i bus o con i suoi colleghi. Durante la settimana segue anche un corso di italiano presso la Cooperativa Armonia, tre incontri da circa un’ora e mezza.

Nei prossimi mesi vi racconteremo altre 3 storie che riguardano rifugiati che grazie al progetto PIER hanno iniziato un’esperienza lavorativa a Saluzzo.

PIER Helen Caritas Cooperativa Armonia Associaizone Penelope Inserimento lavorativo Tapparelli Saluzzo
PIER Helen Caritas Cooperativa Armonia Associaizone Penelope Inserimento lavorativo Tapparelli Saluzzo
PIER Helene Caritas Cooperativa Armonia Associaizone Penelope Inserimento lavorativo Tapparelli Saluzzo
PIER Helene Caritas Cooperativa Armonia Associaizone Penelope Inserimento lavorativo Tapparelli Saluzzo
settembre 7, 2018 in Live blog

#Live2018_6 Lavoro, salute, diritti

Tra i servizi del nostro Presidio di Caritas Saluzzo ci sono anche uno Sportello di assistenza sanitaria e un Ambulatorio medico. In questi giorni è arrivato S., un bracciante con... Read More
settembre 6, 2018 in News

Casa Madre Teresa: i primi ospiti

Dal mese di luglio l’accoglienza e l’assistenza sanitaria di persone particolarmente vulnerabili hanno vista attiva anche la nuova struttura di Casa Madre Teresa, gestita dalla nostra Caritas in via Sant'Agostino... Read More
settembre 5, 2018 in Autoctoni

Sportello sanitario – Ambulatorio Medico

La necessità di monitorare le condizioni sanitarie e offrire una prima assistenza medica è parsa evidente alla nostra Caritas fin dal primo anno in cui gli stagionali hanno dormito in... Read More
agosto 31, 2018 in Live blog

Live2018_5 Alla fine della fiera

Da sabato 1 settembre a lunedì 3 settembre Saluzzo si ritroverà a fare da sfondo alla 71^ Mostra della Meccanica Agricola. Un evento che viene pubblicizzato per il suo “forte... Read More
Terra solchi di verità e giustizia libera piemonte saluzzo cuneo saluzzo migrante 21 marzo 2018 corteo migranti diritti legalità libera

Preparativi per il 21 marzo

By | Autoctoni, News | No Comments

Per la giornata del 21 marzo 2018 gli operatori di Saluzzo Migrante hanno realizzato, attraverso una serie di laboratori insieme ai ragazzi delle scuole superiori che hanno aderito al percorso formativo organizzato da Libera Saluzzo, 4 installazioni che avranno il compito di “raccontare” la situazione dei migranti stagionali che vivono al Foro Boario.

Le istallazioni, divise in postazioni, saranno allestiste dalle 8.45  di mercoledì 21 marzo nell’area del Foro Boario.

Il Foro Boario di Saluzzo è stato scelto come luogo di partenza del corteo di Libera perché rappresenta il punto di arrivo dei migranti, perché interroga sulle sfide dell’accoglienza, per far conoscere le condizioni in cui vivono centinaia di migranti che raccolgono la frutta della nostre campagne.
Le installazioni hanno lo scopo di raccontare un frammento della vita delle persone che “abitano” da maggio a novembre al Foro Boario: le 4 postazioni creano un percorso lungo tutto il viale del Foro Boario e permettono a chi arriverà a Saluzzo da tutto il Piemonte di prendere coscienza dei principali aspetti che caratterizzano questo luogo: la vita dei migranti, la loro provenienza, le baracche dove vivono, le distanze dai luoghi di lavoro, la durezza delle condizioni lavorative.

Inoltre non mancheranno le biciclette, uno dei “simbolo” di queste persone che si spostano sul territorio per decine di kilometri.

Gli operatori della Caritas parteciperanno al corteo con lo striscione del progetto Presidio di Caritas Italiana e nel pomeriggio Alessandro Armando e Virginia Sabbatini parteciperanno al seminario Accogliere oggi: situazione e sfide per la dignità universale, dove interverranno anche il Consigliere Regionale ed ex Sindaco di Saluzzo Paolo Allemano e il Deputato della Repubblica e relatore sulla Legge sul caporalato Davide Mattiello.
Premi questi link per tutte le informazioni sul 21 marzo a Saluzzo con Terra, solchi di verità e giustizia.

www.liberapiemonte.it
www.saluzzomigrante.it

 

Segui Saluzzo Migrante su Facebook, Instagram e Twitter!

21 marzo laboratori saluzzo migrante
21 marzo installazioni saluzzo migrante
settembre 7, 2018 in Live blog

#Live2018_6 Lavoro, salute, diritti

Tra i servizi del nostro Presidio di Caritas Saluzzo ci sono anche uno Sportello di assistenza sanitaria e un Ambulatorio medico. In questi giorni è arrivato S., un bracciante con... Read More
settembre 6, 2018 in News

Casa Madre Teresa: i primi ospiti

Dal mese di luglio l’accoglienza e l’assistenza sanitaria di persone particolarmente vulnerabili hanno vista attiva anche la nuova struttura di Casa Madre Teresa, gestita dalla nostra Caritas in via Sant'Agostino... Read More
settembre 5, 2018 in Autoctoni

Sportello sanitario – Ambulatorio Medico

La necessità di monitorare le condizioni sanitarie e offrire una prima assistenza medica è parsa evidente alla nostra Caritas fin dal primo anno in cui gli stagionali hanno dormito in... Read More
agosto 31, 2018 in Live blog

Live2018_5 Alla fine della fiera

Da sabato 1 settembre a lunedì 3 settembre Saluzzo si ritroverà a fare da sfondo alla 71^ Mostra della Meccanica Agricola. Un evento che viene pubblicizzato per il suo “forte... Read More
Cosa fare Andrea Fenoglio Saluzzo Migrante Caritas Saluzzo Storie

Introduzione alla Storia “Cosa Fare?”

By | Autoctoni, News | No Comments

Qui sul portale del progetto Saluzzo Migrante della Caritas di Saluzzo la sezione Storie si arricchisce oggi della storia “Cosa Fare?” in 3 puntate. La Storia è firmata, come tutte le altre pubblicate da Febbraio 2016, da Andrea Fenoglio de La Terra che Connette.

Da anni, Andrea Fenoglio è: osservatore, ascoltatore, tessitore, pungolatore di vicende e, appunto, di storie che hanno a che fare con i migranti di origine africana nel saluzzese.
Ha fatto registrazioni audio, video, fotografie, ha realizzato video per il web, cortometraggi, articoli, un film: Su Campi Avversi.

Andrea Fenoglio ha da sempre dialogato, a volte discusso, con la Caritas. La Caritas ha prodotto parte dei suoi lavori. Questo sito e le sue Storie sono prodotti nati da questa collaborazione.

“Cosa Fare?” è una storia che da un lato traccia un bilancio dei lavori e dei progetti di Andrea, dall’ altro un racconto sul passato, il presente e forse anche sul futuro. Il futuro inteso come insieme di prospettive del lavoro che la comunità saluzzese, il territorio, gli uomini autoctoni hanno di fronte.

Non è una storia sul lavoro della Caritas: è una storia che attraversa anche “il lavoro” della Caritas.
E’ una storia a disposizione di tutti.

Ci sono diversi modi per leggerla: si possono leggere solo i testi o guardare solo i video, noi consigliamo di fare entrambe le cose, in ordine. Buona lettura!

Parte 1: “La terra (non) connette”
Cosa fare? #01.

Parte 2: “L’accoglienza necessaria”
Cosa fare? #02.

Parte 3: “Il cambiamento”
Cosa fare #03.

settembre 7, 2018 in Live blog

#Live2018_6 Lavoro, salute, diritti

Tra i servizi del nostro Presidio di Caritas Saluzzo ci sono anche uno Sportello di assistenza sanitaria e un Ambulatorio medico. In questi giorni è arrivato S., un bracciante con... Read More
settembre 6, 2018 in News

Casa Madre Teresa: i primi ospiti

Dal mese di luglio l’accoglienza e l’assistenza sanitaria di persone particolarmente vulnerabili hanno vista attiva anche la nuova struttura di Casa Madre Teresa, gestita dalla nostra Caritas in via Sant'Agostino... Read More
settembre 5, 2018 in Autoctoni

Sportello sanitario – Ambulatorio Medico

La necessità di monitorare le condizioni sanitarie e offrire una prima assistenza medica è parsa evidente alla nostra Caritas fin dal primo anno in cui gli stagionali hanno dormito in... Read More
agosto 31, 2018 in Live blog

Live2018_5 Alla fine della fiera

Da sabato 1 settembre a lunedì 3 settembre Saluzzo si ritroverà a fare da sfondo alla 71^ Mostra della Meccanica Agricola. Un evento che viene pubblicizzato per il suo “forte... Read More
logo CORRIDOIO UMANITARIO_ethiopia def caritas saluzzo migrante 2018

Caritas Saluzzo partecipa ai corridoi umanitari

By | Autoctoni, News | No Comments

La Caritas Diocesana di Saluzzo ha deciso di aderire alla nuova importante sfida lanciata dalla Chiesa Episcopale
Italiana: i Corridoi Umanitari dall’Etiopia! E’ l’unica della Provincia di Cuneo ed è insieme a Torino, Biella e Tortona in Piemonte.

VIDEO: Come funziona il progetto Corridoi Umanitari?

Le persone che sono state individuate dalla Caritas insieme alle Nazioni Unite e al Ministero dell’Interno, saranno in totale 500 persone, tra cui donne e bambini, e saranno accolte nelle Caritas Diocesane che hanno dato la loro disponibilità.

Il 27 febbraio arriverà una famiglia eritrea a Roma e arriverà a Saluzzo mercoledì 28. Si tratta di una famiglia composta da padre, madre e due figli, di 24 e 19 anni, e saranno accolti in un appartamento e seguiti da operatori professionali e volontari del nostro territorio.

Il direttore della Caritas di Saluzzo Don Beppe Dalmasso rispetto a questa iniziativa ha dichiarato: “Penso che scegliere di essere parte di questo progetto sia soprattutto un segno di accoglienza che si lega ad un segno di giustizia: queste persone fanno un viaggio legale, sicuro: di fronte alla drammatica situazione che spinge migliaia di persone a cercare salvezza attraversando prima il deserto e poi il Mar Mediterraneo in condizioni di grave rischio per se e le proprie famiglie, andando incontro a violenze, abusi, torture, perdita della vita, la Chiesa italiana ha voluto dare un segnale concreto per proporre soluzioni. La loro presenza in Italia è legale, riconosciuta dalle Istituzioni, ma penso che sia compito anche della nostra comunità, di ognuno di noi, lavorare per la loro reale integrazione e per costruire con loro una positiva possibilità di vita per il futuro.

Il 12 Febbraio ci sarà una serata di presentazione del progetto Corridoi Umanitari al Centro Missionario
Diocesano con i consigli pastorali di alcune parrocchie saluzzesi. Sempre in Febbraio ci sarà una serata a Verzuolo.
L’evento più importante sarà sabato 24 febbraio al Duomo di Saluzzo, con il concerto degli Alunni del Cielo (coro Revival) e la Caritas che presenterà i suoi progetti, in particolare quelli di accoglienza portati avanti in questi anni da famiglie e volontari saluzzesi, con la novità della sfida della CEI che la Diocesi di Saluzzo ha accettato: i corridoi umanitari!
Questa sono le prime tappe per iniziare a “condividere il viaggio” dei rifugiati con la comunità saluzzese!

Per maggiori informazioni sul Progetto ProTetto – Rifugiato a casa mia (corridoi umaitari) di Caritas Italiana visitate il sito Caritas Inmigration.
Se volete partecipare attivamente nel progetto di accoglienza dei corridoi umanitari a Saluzzo scriveteci a camposolidale@gmail.com.

corridoi umanitari
corridoi umanitari caritas italiana etiopia saluzzo migrante
corridoi umanitari caritas italiana etiopia saluzzo migrante
settembre 7, 2018 in Live blog

#Live2018_6 Lavoro, salute, diritti

Tra i servizi del nostro Presidio di Caritas Saluzzo ci sono anche uno Sportello di assistenza sanitaria e un Ambulatorio medico. In questi giorni è arrivato S., un bracciante con... Read More
settembre 6, 2018 in News

Casa Madre Teresa: i primi ospiti

Dal mese di luglio l’accoglienza e l’assistenza sanitaria di persone particolarmente vulnerabili hanno vista attiva anche la nuova struttura di Casa Madre Teresa, gestita dalla nostra Caritas in via Sant'Agostino... Read More
settembre 5, 2018 in Autoctoni

Sportello sanitario – Ambulatorio Medico

La necessità di monitorare le condizioni sanitarie e offrire una prima assistenza medica è parsa evidente alla nostra Caritas fin dal primo anno in cui gli stagionali hanno dormito in... Read More
agosto 31, 2018 in Live blog

Live2018_5 Alla fine della fiera

Da sabato 1 settembre a lunedì 3 settembre Saluzzo si ritroverà a fare da sfondo alla 71^ Mostra della Meccanica Agricola. Un evento che viene pubblicizzato per il suo “forte... Read More