Copertina Live2 saluzzo migrante progetto presidio coltiviamo solidarietà

Il primo mese di questa nuova stagione è stato molto difficile. Sono arrivati a Saluzzo oltre 500 migranti stagionali, richiamati dai datori di lavoro o giunti per la prima volta alla ricerca di un’occupazione nel settore.

Il dormitorio PAS alla ex-Filippi, predisposto per 368 persone, si è riempito in pochi giorni,  ma sul viale del Foro Boario ci sono circa 200 persone.  Caritas incontra i migranti al Foro Boario: si discute, si ascolta, si invitano le persone all’Infopoint di corso Piemonte 59. Insieme al Consorzio Monviso Solidale e al cordinamento degli operatori del PAS, Caritas ha immediatamente cominciato le attività di accompagnamento dei “contrattualizzati” dal dormitorio PAS alle accoglienze diffuse del progetto Coltiviamo Solidarietà.

Sono 4 le accoglienze diffuse attive per il 2018: la Casa del Custode di Saluzzo (40 posti), le due case di Costigliole (20 posti in totale) e due mini-campi a Lagnasco (30 posti) e Verzuolo (24 posti), per un totale di 114 posti letto.

Venerdì 15 sono state aperte le porte della Casa del Custode, nei pressi del cimitero di Saluzzo. L’accoglienza, potenziata durante la primavera dall’Amministrazione comunale attraverso il rinnovo di alcuni locali e la preparazione di una cucina ed una refettorio esterni alla struttura, è stata preparata grazie al contributo di molti volontari. Le persone accolte in questo luogo hanno un letto, un posto armadio, il porta bici, un refettorio, bagni e docce calde. Attualmente sono presenti nella casa 24 lavoratori con contratti medio-lunghi a Saluzzo.

La sera di lunedì 18 ha aperto le porte anche la casa di Costigliole, che al momento ospita 10 persone.

Coltiviamo Solidarietà è una possibilità importante di abitazione dignitosa e di “riscatto” per i migranti che hanno un contratto di lavoro in uno dei Comuni aderenti al progetto, permette al PAS di avere nuovi posti a disposizione ma purtroppo non riesce a migliorare la situazione dei molti uomini, anche lavoratori, accampati sotto il viale del Foro Boario, non accolti dai loro datori di lavoro.

Per loro ogni settimana c’è il servizio di docce in Caritas che, interrotto dopo l’apertura del PAS, è stato riattivato nei giorni di lunedì e giovedì.

[continua]

Pas saluzzo migrante
casa del custode del cimitero saluzzo migrante accoglienza diffusa coltiviamo solidarietà
casa del custode del cimitero refettorio saluzzo migrante
casa del custode del cimitero saluzzo migrante accoglienza diffusa
casa del custode del cimitero saluzzo migrante accoglienza diffusa coltiviamo solidarietà
infopoin saluzzo migrante bici progetto presidio caritas
Boutique saluzzo migrante caritas progetto presidio
novembre 15, 2018 in Autoctoni, News

#Live2018_9 La nuova mela e l’insicurezza di chi la raccoglie

Nel Saluzzese, in genere, novembre è il mese in cui la stagione è già conclusa: la frutta estiva è raccolta, chiudono i campi di accoglienza dei braccianti organizzati dalla Coldiretti,... Read More
ottobre 29, 2018 in Live blog

#Live2018_8 Ascolto, voci e numeri

La stagione si avvia al termine e per i molti è già tempo di bilanci. Rispondiamo, in Presidio e a chi in riunione ci fa domande: "Quanti ce ne sono... Read More
ottobre 9, 2018 in Autoctoni, News

La storia di Yusupha

Ogni anno la nostra équipe e i nostri volontari ascoltano centinaia di storie di migranti africani arrivati nel Saluzzese per la raccolta stagionale della frutta. Storie che ci restituiscono l’importanza del... Read More
ottobre 3, 2018 in Live blog

#Live2018_7 Il freddo

Il freddo dell’alba che ti sveglia quando dormi all'aperto, il freddo del vento che sferza mani e viso mentre pedali in bicicletta, il freddo del pasto che consumi nei campi tra... Read More